fbpx

Si può rimanere incinta con il ciclo?

Pubblicato il 8 gennaio 2021

Molte ragazze si chiedono se si può rimanere incinta con il ciclo. In realtà, durante il ciclo mestruale non dovrebbe esserci l’ovulazione, di conseguenza non dovrebbe essere possibile.

Tuttavia, si tratta di una regola teorica, che non sempre ha validità. Pertanto, sebbene sia difficile rimanere incinta quando si hanno le mestruazioni in corso, non è impossibile.
Ciò dipende da molti fattori, quali la regolarità e la lunghezza del ciclo, ma anche dalla capacità degli spermatozoi di sopravvivere più o meno a lungo all’interno dell’utero.

Quali sono i giorni fertili

Il periodo fertile per una donna corrisponde a quelli dell’ovulazione e a quelli che la precedono. Tuttavia, non è sempre facile avere la certezza che l’ovulazione sia in corso.

In linea di massima, se il ciclo è regolare e ha una lunghezza media di ventotto giorni, l’ovulazione dovrebbe avvenire quattordici giorni prima dell’inizio delle mestruazioni successive, quindi a metà tra un ciclo e l’altro. Poiché non è così semplice prevedere quando avverrà il ciclo successivo, si tratta di un calcolo induttivo, che non ha certezze.

Inoltre, va considerato anche il fatto che il ciclo femminile può avere una durata diversa rispetto ai classici ventotto giorni. Non è così raro che abbia una lunghezza diversa, compresa tra i ventuno e i quaranta giorni. In questo caso, è probabile che i giorni fertili abbiano uno sfasamento temporale.

incinta con il ciclo

Giorni fertili: come calcolare la finestra temporale

La finestra temporale nella quale vi è la possibilità di raggiungere il concepimento dura pochi giorni. In questo periodo gli ormoni si attivano e permettono all’ovaio di rilasciare l’ovulo: ne sono responsabili l’estradiolo e l’ormone luteinizzante (LH), che provocano la rottura del follicolo in modo tale che l’ovulo maturo si incanali nella tuba di Falloppio, e quindi raggiunga l’utero.

Questa è la fase in cui avviene l’ovulazione e dura circa 24 ore. Tuttavia, la finestra temporale nella quale il concepimento può avvenire è più ampia. Infatti, gli spermatozoi possono sopravvivere all’interno dell’apparato riproduttivo femminile per un periodo di tempo medio compreso tra le 72 e le 96 ore durante le quali tentano di entrare in contatto con l’ovulo da fecondare.

Poco dopo che lo sperma entra nel canale vaginale subisce una trasformazione, che lo rende più fluido e mobile. Nel periodo che precede l’ovulazione il muco cervicale si trasforma e diventa meno ostile alla sopravvivenza degli spermatozoi. Sebbene gran parte degli spermatozoi non sopravviverà, comunque una parte di essi può così raggiungere le tube di Falloppio e tentare la fecondazione.

In concomitanza, la parte del follicolo nella quale si trovava l’ovocita, si trasforma in corpo luteo e stimola la produzione di progesterone. Si tratta di un altro ormone fondamentale in questa fase, in quanto rende la cavità uterina più accogliente e favorisce l’impianto dell’embrione.
Lo spermatozoo in questo ambiente può sopravvivere circa 3-4 giorni: di conseguenza la finestra fertile è quella che inizia circa cinque giorni prima dell’ovulazione e il giorno stesso. In linea di massima, i due giorni precedenti che precedono l’ovulazione e il giorno stesso sono quelli in cui le probabilità di concepimento sono maggiori.

Perché si può rimanere incinta durante le mestruazioni

Sulla base di questi calcoli, sembrerebbe che il concepimento non possa avvenire durante le mestruazioni. Tuttavia, per quanto difficile, non è impossibile, soprattutto quando il ciclo mestruale non è regolare o quando ha una durata diversa dai ventotto giorni.

Se il flusso mestruale dura sette giorni e si ha un rapporto sessuale nell’ultimo, ci si potrebbe trovare nel caso in cui il rapporto preceda l’ovulazione di sette giorni. Sebbene sia raro, non è detto che lo spermatozoo non riesca a sopravvivere fino alla fase ovulatoria, durante la quale trova le condizioni favorevoli per risalire nella tuba, dove può incontrare l’ovulo da fecondare.

Quindi, sebbene le probabilità che ciò avvenga non siano così elevate, ciò non toglie che possa capitare. 

Rapporti prima del ciclo: si può rimanere incinta?

Se, invece, i rapporti sessuali avvenissero appena prima del ciclo, teoricamente non dovrebbe essere possibile il concepimento.
Questo perché nel momento in cui l’ovulazione è già avvenuta l’ovocita non fecondato non è più presente e il concepimento non è possibile fino alla maturazione dell’ovocita successivo.

Tuttavia, anche in questo caso si parla di linea teorica: infatti, anche con il ciclo regolare non si può avere la certezza di quando sia avvenuta l’ovulazione e quando inizieranno le mestruazioni successive.

Avere il ciclo in gravidanza è possibile?

Un’altra domanda molto frequente è se sia possibile avere il ciclo durante la gravidanza. È vero che durante la gravidanza si possono verificare delle perdite ematiche, soprattutto nelle prime settimane, tuttavia sono perlopiù false mestruazioni.

I motivi per cui si verificano possono essere diversi: nel caso più grave possono essere il sintomo di un aborto spontaneo, ma non è detto che il motivo sia questo. Possono essere perdite da impianto, ovvero piccoli sfaldamenti che si verificano a causa della rottura dei vasi sanguigni dell’endometrio dopo la fecondazione dell’ovulo.
 In genere, in questi casi il colore del sanguinamento non è rosso vivo, ma tendente al marrone o al rosa.

In ogni caso, se si verificano delle perdite ematiche in gravidanza è sempre opportuno rivolgersi al proprio ginecologo per un consulto.  

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin