fbpx

Tornerò come prima? L’aspetto estetico dopo una gravidanza .

Tornerò come prima? L’aspetto estetico dopo una gravidanza.

Pubblicato il 24 aprile 2020

La gravidanza è un momento di grande cambiamento sia da un punto di vista fisico, sia da quello mentale.


Il fatto che la gravidanza sia un percorso lungo ben nove mesi permette alla futura mamma di adattarsi lentamente ai cambiamenti: il corpo stesso ha bisogno di tempo per ritrovare il suo equilibrio.

Anche dopo la gravidanza, tuttavia, sarà necessario un periodo di assestamento, perché le trasformazioni non saranno ancora definitive.

Senza dubbio una delle domande che si fanno tante donne in gravidanza è se, dopo il parto, riusciranno a ritrovare il peso forma e a recuperare l’aspetto estetico precedente al parto, ma ciò non deve diventare un problema né un’ossessione.  

Il fatto che il corpo si trasformi e che alcuni cambiamenti rimangano anche dopo la gravidanza, infatti, è fisiologico e deve essere visto in maniera positiva.

I cambiamenti estetici in gravidanza

Durante la gravidanza è perfettamente normale che il corpo si trasformi. Con la crescita del feto, infatti, tutto l’organismo si modifica per sostenere l’aumento del peso del bambino. L’utero si ingrossa e si inspessisce e i muscoli del pavimento pelvico sono sottoposti a un carico maggiore. Pertanto è consigliato fare degli esercizi di ginnastica dolce per rafforzare la struttura muscolare e aiutarla a sostenere il peso.

ritornare in forma dopo gravidanza

In particolare, i cambiamenti estetici in gravidanza riguardano:

  • Aumento di peso: un aumento di peso contenuto entro certi limiti è fisiologico e corretto. Oltre al peso del feto, c’è da considerare la presenza di liquido amniotico e la crescita dell’utero. Inoltre le trasformazioni ormonali possono portare a ritenzione idrica soprattutto negli arti.
  • Cambiamento delle dimensioni di pancia e seno: se per la pancia è piuttosto scontato che le dimensioni debbano cambiare, è normale che anche il volume del seno aumenti. Durante la gravidanza il motivo è legato a fattori ormonali, mentre dopo il parto potrà aumentare ancora di più in relazione all’allattamento.
  • Cambiamenti della pelle: nei primi mesi di gravidanza, tendenzialmente l’aspetto della pelle migliora, tuttavia, in alcuni casi si può verificare un aumento della produzione di sebo, secchezza e disidratazione. In linea di massima, la pelle diventa più sensibile, in particolare nella zona del viso.
  • Formazione di macchie sulla pelle: aumenta la produzione di melanina, di conseguenza, in alcune parti del corpo si possono creare aree più scure, come per esempio sul viso, sulla fronte, sul seno e nella pancia. Questo fenomeno si chiama cloasma gravidico.
  • Smagliature su seno, fianchi, pancia: in alcuni casi si possono verificare delle specie di strappi dello strato superficiale della pelle che danno luogo alle smagliature. Questo si verifica quando la pelle non è sufficientemente elastica o quando i cambiamenti sono molto repentini.

Ritornare in forma dopo la gravidanza

Dopo la gravidanza il corpo subisce dei nuovi mutamenti. Lentamente l’utero si ritrae e in alcune settimane torna alla dimensione originaria. Appena dopo il parto, il peso diminuisce di alcuni chili, sia per la nascita del bambino sia per la perdita del liquido amniotico, ma per tornare a quello che si aveva prima della gravidanza ci vorrà più tempo, anche in proporzione al peso precedente e al numero di chili presi durante la gravidanza.

Non bisogna, tuttavia, incorrere nell’errore di fare una dieta troppo stretta: è, infatti, indispensabile una alimentazione varia e completa, soprattutto se si allatta. In questo modo si garantisce il sufficiente apporto di vitamine e minerali sia alla mamma sia al bambino, che riceve il nutrimento attraverso il latte. Il consiglio del proprio ginecologo o del medico curante sarà indispensabile per regolare al meglio la propria dieta.

Anche per quanto riguarda l’attività fisica, soprattutto nei primi tempi, occorre avere cautela: finché l’utero non ritorna alle dimensioni normali è consigliato limitarsi a fare delle passeggiate. Quando il medico darà l’autorizzazione, allora si potranno riprendere alcuni esercizi di ginnastica, anche se dovranno essere misurati e progressivi. In linea di massima, se durante la gravidanza ci si sarà tenuti in forma e i muscoli saranno rimasti tonici, sarà più facile recuperare più in fretta il peso forma.

Le smagliature: come ridurle

Anche per quanto riguarda le smagliature, non tutte le situazioni sono uguali e non in tutte le donne incidono allo stesso modo.

Un corpo più tonico e con la pelle più elastica tende ad avere meno probabilità che si formino. Anche l’età più giovane della mamma influisce in modo positivo.

Tuttavia, durante la gravidanza di possono seguire alcune indicazioni che ne limitano la formazione:

  • Tenere sotto controllo l’aumento di peso, cercando di non avere una alimentazione troppo calorica e facendo una leggera attività fisica, permette alla pelle di adattarsi più lentamente alle nuove dimensioni e contiene la possibilità che la pelle si strappi.
  • Anche avere i muscoli più tonici e contrastare con qualche leggero esercizio la formazione di cuscinetti di adipe rende meno probabile la formazione di smagliature.
  • Usare un olio emolliente, come l’olio di mandorle, aiuta l’elasticità della pelle già a partire dalla gravidanza, ma può essere usato anche dopo il parto per lenire le imperfezioni della pelle. Anche sulla pelle del neonato è un ottimo strumento per massaggi rilassanti.
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin