fbpx
  • info@pma-italia.it
  • +39 055 583840
  • Lista Elementi

PMA - Quando iniziare e perché?

Pubblicato il 25 maggio 2019

La PMA, acronimo di Procreazione Medicalmente Assistita, e rappresenta l’insieme delle tecniche mediche e di laboratorio volte ad aiutare la coppia nel raggiungimento del concepimento quando risultino essere presenti problemi di infertilità o delle difficoltà di concepimento naturale.

Ma quando è il momento per iniziare un percorso di PMA e perché risulta importante intraprenderlo?

PMA: quando iniziare

La PMA è a tutti gli effetti un percorso, da intraprendere in coppia, articolato in varie fasi definite da  trattamenti, procedure e tecniche finalizzate al raggiungimento di una gravidanza.  

Per rispondere in modo esaustivo alla domanda << Quando iniziare la PMA ?>> risulta necessario distinguere tra quello che è il principio generale su cui i medici si basano per iniziare a parlare di infertilità, e quelli che sono i problemi medici reali o le patologie che hanno portato la coppia a non riuscire a raggiungere una gravidanza.

Nel primo caso, l’infertilità ha una conferma legata ad un criterio temporale. Si ritiene  che si possa cominciare a considerare la possibilità  di rivolgersi a un Centro specializzato solo dopo un periodo di almeno 12 mesi di rapporti non protetti, quando essi non abbiano dato seguito ad una gravidanza. In questo caso la coppia potrà rivolgersi agli esperti dei centri della PMA, i quali attraverso specifiche analisi, andranno ad individuare l’eventuale causa che impedisce il concepimento, quando possibile e comunque predisporranno un percorso adeguato per ottenere l’evento gravidanza nel più breve tempo possibile.

Nel secondo caso, ci si riferisce a patologie note o a cause diagnosticate che non permettono alla donna di rimanere incinta. Le più frequenti cause che possono impedire il raggiungimento di un concepimento naturale sono:

  • Infertilità tubarica:  Molte donne ne ignorano l’esistenza, infatti, non si prende quasi mai in considerazione la possibilità che la problematica relativa al mancato concepimento possa essere in qualche modo legata alle tube di Falloppio. Rappresenta invece un aspetto importante, in quanto il Ministero della Salute spiega come siano frequenti anomalie della morfologia e della funzionalità delle tube stesse.
  • Infertilità inspiegata: la diagnosi di infertilità alla quale non si riesce ad imputare una causa specifica; rappresenta il 30 percento dei casi di coppie che si sottopongono alle visite.
  • Infertilità maschile moderata: legata principalmente a problemi inerenti agli spermatozoi, che possono essere affetti da cause piuttosto varie. Le più frequenti nei casi di sterilità maschile sono: l’astenozoospermia ( un’alterazione del seme maschile che prevede una ridotta motilità degli spermatozoi), e la teratospermia (presenza di numerosi spermatozoi morti nell’eiaculato). Più rara è per fortuna l’azoospermia (totale assenza di spermatozoi nell’eiaculato).

PMA: perché iniziare.

Alla domanda << Perché iniziare con la PMA?>>, possiamo effettuare una distinzione più specificamente tecnica ed una più di carattere generale.

La procedura di PMA è molto importante per coloro che decidono per una scelta di speranza. La sterilità e l’infertilità non devono essere punti di arrivo e di rinuncia per chi vuole avere un figlio. Ad oggi vi sono alte possibilità di superare questo ostacolo in modo semplice, con procedure relativamente poco invasive. La Procreazione Medicalmente Assistita è un viaggio verso la paternità e la maternità con la possibilità di concretizzare il sogno di una gravidanza laddove vi siano difficoltà nell’ottenerla autonomamente da parte della coppia.

In ambito medico e scientifico, la PMA è un percorso da seguire al fine di riuscire ad ottenere le seguenti condizioni:

  • Avvicinare il più possibile gli spermatozoi migliori all’ovocita da fecondare: nei casi in cui l’infertilità sia dovuta alla motilità degli spermatozoi, le tecniche di PMA sono idonee e strutturate affinché si riesca a fecondare l’ovulo.
  • Far superare all’embrione il problema dovuto alle tube assenti, chiuse o danneggiate. Le tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita permettono di aggirare qualsiasi ostacolo legato a problemi di tipo tubarico.
  • Riuscire dove altre tecniche più semplici hanno fallito: vi sono molte persone che in seguito alla difficoltà nel concepire provano diverse soluzioni, spesso seguendo consigli o cercando su internet, ritrovandosi a provare tecniche che non hanno alcun fondamento medico e che chiaramente non daranno i risultati sperati. Vi sono però dei casi in cui anche tecniche mediche riconosciute e spesso utili nella ricerca di una gravidanza non riescano a sortire l’effetto desiderato. Dove niente sembra essere possibile, la PMA possiede gli strumenti per renderlo una realtà.

PMA: le cose da sapere sul percorso di coppia

Il percorso di PMA che conduce la coppia alla gravidanza è costituito da passaggi intermedi, che prevedono il primo colloquio conoscitivo, alcuni esami diagnostici da sostenere sia per l’uomo che per la donna (per individuare quale sia la causa dell’infertilità), altri esami  più specifici per capire quale sia la tecnica migliore da utilizzare, ed infine tutto il processo di laboratorio che prevede la fecondazione in vitro ed il successivo trasferimento dell’embrione all’interno dell’utero della donna.

È fondamentale sapere che si tratta di un una scelta di vita importante, da intraprendere in coppia, dove ogni passo risulta essere essenziale e la collaborazione con i medici competenti assolutamente necessaria. Chi opera in questo campo è dotato di grande preparazione, per questo, seguirne i consigli senza mai uscire dalle regole e dalle indicazioni ricevute, rappresenterà un elemento basilare per l’intera riuscita del programma.

La vicinanza dei medici e la loro disponibilità durante tutto il viaggio verso la gravidanza saranno una sicurezza per la coppia, che potrà contare su di un aiuto referenziato in ogni momento in cui risulterà necessario. Essere madri e padri è un diritto, e non ci si deve fermare ai primi ostacoli che si pongono dinnanzi al proprio cammino; la PMA in questi casi rappresenta una strada importante da percorrere insieme.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin