fbpx
  • info@pma-italia.it
  • +39 055 583840
  • Lista Elementi

Alimentazione in gravidanza, i cibi consigliati.

Alimentazione in gravidanza, i cibi consigliati.

Pubblicato il 11 luglio 2019

 L’alimentazione in gravidanza è un tema fondamentale perché da questa dipendono in buona parte la salute e il benessere della mamma e del suo bambino e il buon andamento della gravidanza stessa

E’ importante quindi per la donna in dolce attesa seguire una corretta alimentazione, varia ed equilibrata a cominciare già dal periodo del pre-concepimento e portarla avanti anche per tutto il periodo in cui il bimbo verrà allattato al seno.

Uno dei più grandi miti da sfatare è che la mamma in attesa deve mangiare per due, ossia per sé stessa e per il bambino che porta in grembo. Niente di più falso. Il fabbisogno calorico di una donna in gravidanza aumenta solo di 200 – 300kcal al giorno.
Queste calorie extra sono necessarie per la formazione della placenta, dell’utero, dei tessuti del feto e per l’aumento della massa sanguigna e del tessuto adiposo della madre.

In linea generale la futura mamma dovrebbe trovarsi in peso forma all’inizio della gravidanza e mantenere il peso nel primo trimestre. Dal quarto mese in poi l’aumento di peso dovrebbe essere graduale per raggiungere un aumento massimo di 8-10 kg al momento del parto.

L’eccessivo aumento di peso durante la gravidanza comporta infatti un affaticamento per la mamma e può predisporre a patologie come il diabete gestazionale o la gestosi. Inoltre se i chili accumulati sono eccessivi, c’è rischio che insorgano alcuni disturbi tipici della gravidanza come il mal di schiena e dolori alle ginocchia causati dal fatto che la colonna vertebrale e le articolazioni si trovano a sostenere un peso eccessivo. Un eccessivo aumento di peso della madre può inoltre comportare un aumento di peso anche nel bambino che porta in grembo.

Quali sono i cibi consigliati per la dolce attesa?

Un’alimentazione sana in gravidanza prevede, come per ogni equilibrato regime alimentare, 5 pasti al giorno suddivisi in colazione, spuntino del mattino, pranzo, spuntino di metà pomeriggio e cena). I pasti devono essere quindi frequenti ma ridotti nella quantità in modo da non sovraccaricare eccessivamente lo stomaco soprattutto in caso di nausee gravidiche.

La dieta in gravidanza deve inoltre essere molto varia, in modo da fornire a mamma e bambino tutti i macro e micronutrienti (carboidrati, grassi, proteine, vitamine, minerali, ecc.) di cui hanno bisogno.

E’ molto importante l’assunzione di alimenti  freschi, possibilmente da agricoltura biologica, consumare molta frutta e verdura , cuocere adeguatamente la carne e il pesce e consumare ma senza esagerare: pane, patate, riso, pasta, cereali meglio se integrali.

In generale la futura mamma durante la gravidanza dovrebbe seguire questi accorgimenti:

  • Consumare frutta e verdura fresca a volontà che portano al corpo fibre, vitamine e minerali
  • Garantirsi un costante apporto di carne e pesce, fondamentali per il fabbisogno di proteine, minerali e vitamine
  • Consumare ma in quantità contenuta pane, patate, riso, pasta, cereali possibilmente integrali per garantirsi il giusto apporto di carboidrati, fibre, vitamine e proteine
  • Consumare in quantità ridotta i latticini come latte, formaggio, yogurt che sono ricchi di calcio, proteine e vitamine
  • Bere molta acqua naturale
  • Preferire l’utilizzo di olio extravergine di oliva ad altri tipi di grassi di condimento

Gravidanza: gli alimenti da evitare.

Allo stesso modo però, è importante sapere che ci sono molti alimenti che invece la futura mamma dovrà evitare.

La durante il periodo della gravidanza fino alla fine dell’allattamento andrebbe limitato fortemente come il consumo di zuccheri quindi attenzione a non esagerare con biscotti, merendine,  bevande zuccherate, caramelle.

La donna in gravidanza deve inoltre porre molta attenzione alla prevenzione di alcune infezioni che possono essere trasmesse con il cibo e che possono rivelarsi dannose per il feto, come appunto la toxoplasmosi. La mamma in attesa dovrà evitare con cura il consumo di carne cruda o poco cotta, di insaccati, di pesce crudo, di verdure crude non lavate adeguatamene. Accorgimenti indispensabili ad evitare cibi contaminati da toxoplasma.
E’ importante inoltre cuocere bene le uova, per prevenire la salmonellosi, evitare paté e formaggi molli come gorgonzola, brie, camembert, gorgonzola e formaggi non pastorizzati in quanto possibili portatori di batteri dannosi per il feto.
E naturalmente in gravidanza più che mai vanno aboliti il consumo di alcool e fumo.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin