fbpx
  • info@pma-italia.it
  • +39 055 583840
  • Lista Elementi

Alcool e fumo nemici della fertilità.

Pubblicato il 4 luglio 2019

Tra i fattori esterni, di natura non patologica o medica, alcol e fumo si sono rilevati i nemici più insidiosi della fertilità sia maschile che femminile. Gli effetti negativi possono interferire limitando significativamente le probabilità di concepire con successo della coppia.
A supporto di questa teoria sono numerosi gli studi che evidenziano come proprio gli effetti dell’assunzione di alcol e fumo risultino essere tra le maggiori cause dell’infertilità, interferendo negativamente anche quando si ricorre alle tecniche di PMA.

Alcool e fumo: l’infertilità nella donna.

Si sa che sia alcol che fumo hanno effetti negativi sul benessere dell’individuo, ma esiste una forte correlazione tra fumo, alcol e fertilità.

> Il fumo e la fertilità femminile

Il fumo risulta essere uno dei nemici principali della fertilità femminile, riducendo del 30% la fertilità rispetto a donne non fumatrici della stessa età.
È dimostrato che il fumo ha un’azione tossica sull’ovaio: sia sugli ovociti che sui follicoli, che producono estrogeni e progesterone.

Il danno del fumo è subdolo e costante, agisce negativamente sulla funzione riproduttiva e sulla fertilità femminile ed ha un effetto additivo; ossia è misurabile e si somma nel tempo. Gli effetti dannosi sono proporzionali alla quantità quotidiana di sigarette fumate.

Una donna che fuma sigarette fin dall’adolescenza, a 30 anni presenterà un ovaio invecchiato come se avesse 40 anni. La fertilità risulterà nettamente ridotta a causa del danno diretto subito dagli ovociti. Tra le tante conseguenze risultano anche un esaurimento di tutta l’attività ovarica ed un anticipo medio della menopausa di due anni .

> Alcol e fertilità femminile

L’alcol si conferma un nemico della fertilità, ma definirne l’incidenza nell’arco della vita risulta difficile da determinare. E’ dimostrato però che un consumo medio o moderato di alcol può influire negativamente sulla funzione riproduttiva nelle diversi fasi della vita di una donna.

Diversi studi condotti su donne che consumavano moderatamente alcol ha evidenziato una correlazione significativa con l’insorgere di problemi ovulatori e di endometriosi. inoltre si è notato una incidenza sulla mancata regolarità mestruale e sulla funzione riproduttiva in generale.

Indebolendo l’attività dell’ipotalamo, dell’ipofisi, della tiroide e della ghiandola surrenale, l’eccessiva assunzione di alcol può quindi avere effetti negativi sul delicato equilibrio della fertilità femminile e della regolazione ormonale determinata dall’asse ipotalamico-ipofissario-gonadico causando diverse disfunzioni tra le quali:

  • amenorrea (assenza di mestruazioni)
  • anovulazione (assenza di ovulazione)
  • disfunzioni nella fase luteale
  • menopausa precoce.

Tutti questi effetti negativi concorrono sensibilmente come ostacolo al concepimento confermando le conseguenze dell’alcol e rendendo inefficiente la funzione riproduttiva.

Alcool e fumo: l’infertilità nell’uomo.

Anche per l’uomo l’assunzione di fumo ed il consumo di alcol possono mettere a rischio la fertilità.
Così come per la donna, alcol e fumo hanno effetti dannosi sulla funzione riproduttiva maschile, interferendo negativamente sulle possibilità di concepimento della coppia.

> Alcol e fertilità maschile

È dimostrato da diversi studi che l’alcol interferisce con il sistema riproduttivo maschile.

Nell’uomo oltre che dai testicoli, la formazione e la maturazione degli spermatozoi, dipende dalla delicata interazione di quest’ultimi con l’ipotalamo e l’ipofisi, che contribuiscono alla produzione del testosterone.

L’alcol interferisce negativamente con questo delicato funzionamento riducendo sensibilmente la produzione di testosterone.
Alcuni studi hanno evidenziato come una elevata assunzione di alcol (es un litro di vino al giorno), potrebbe concorrere nell’arresto della maturazione degli spermatozoi. 
Tra gli effetti che condizionano le fertilità e le probabilità di concepimento si evidenziano anche:
– Deficit di mantenimento dell’erezione
– Atrofia testicolare
– Diminuzione del testosterone
– Ridotta motilità degli spermatozoi
– Ridotta quantità di sperma
– Compromissione dei caratteri sessuali secondari .

> Fumo e fertilità maschile

Anche il fumo risulta essere uno dei nemici atavici della fertilità maschile. Il suo effetto dannoso ha conseguenze significative sulla fertilità e sul sistema riproduttivo dell’uomo danneggiando il plasma seminale che ha la preziosa funzione di proteggere gli spermatozoi.
E’ dimostrato infatti che, a causa dei radicali liberi contenuti nel fumo di sigaretta, questa capacità protettiva risulta compromessa provocando a catena perossidazione lipidica e alterazioni della membrana plasmatica.
Si riscontra come basti un consumo superiore alle 5 sigarette al giorno per ridurre significativamente la motilità ed il numero degli spermatozoi.

Il fumo può rientrare infatti tra le cause di:

  • Riduzione della motilità spermatica,
  • Compromissione generale della fertilità,
  • Disfunzione erettile,
  • Alterazioni quantitative e qualitative a carico degli spermatozoi,
  • Influenzare negativamente la funzione testicolare.

Conclusioni:

Risulta quindi evidente che esiste una reale correlazione tra fumo, alcol e fertilità sia maschile che femminile. Uno stile di vita sano che escluda il consumo di alcol e l’assunzione di fumo assicura una funzione protettiva della fertilità e garantisce di migliorare sensibilmente la salute dell’apparato riproduttivo oltre che ottimizzare sensibilmente le opportunità di successo di concepimento della coppia.
È importante ricordare, che il corpo ha una incredibile capacità di recupero.
Molti degli effetti dovuti ad alcol e fumo (in caso non sussistano patologie o motivazioni mediche ) sono solitamente reversibili. Via libera quindi a prendersi cura del proprio corpo a scegliere uno stile di vita sano ed attivo e quindi no a fumo ed alcol!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin